The intelligence of machines and the branch of computer science which aims to create it

Artificial Intelligence Journal

Subscribe to Artificial Intelligence Journal: eMailAlertsEmail Alerts newslettersWeekly Newsletters
Get Artificial Intelligence Journal: homepageHomepage mobileMobile rssRSS facebookFacebook twitterTwitter linkedinLinkedIn


Artificial Intelligence Authors: Zakia Bouachraoui, Elizabeth White, Yeshim Deniz, Pat Romanski, William Schmarzo

Related Topics: Artificial Intelligence Journal

News Feed Item

Microsoft ritira la proposta di acquisto di Yahoo!

Microsoft ritira la proposta di acquisto di Yahoo!

REDMOND, Washington, May 6 /PRNewswire/ --

Microsoft Corp. (Nasdaq: MSFT) ha annunciato oggi di avere ritirato la sua proposta di acquisto di Yahoo! Inc. (Nasdaq: YHOO).

(Logo: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20000822/MSFTLOGO )

"Continuiamo a ritenere che la nostra proposta di acquisizione fosse la più sensata tanto per Microsoft e Yahoo! quanto per il mercato nel suo complesso. Il nostro obiettivo nel perseguire l'unione con Yahoo! era di offrire al mercato una maggiore scelta e innovatività e di creare valore aggiunto per gli azionisti e i dipendenti delle due società," ha affermato Steve Ballmer, amministratore delegato di Microsoft.

"Nonostante i nostri migliori sforzi, tra cui il recente aumento dell'offerta di circa 5 miliardi di dollari USA, Yahoo! non si è mossa in direzione di un sì. Dopo un'attenta analisi, riteniamo che le condizioni economiche imposte da Yahoo! non siano accettabili per la nostra società, e che sia nel miglior interesse degli azionisti, dei dipendenti e di coloro che hanno a cuore Microsoft il ritiro della nostra offerta," ha rivelato Ballmer.

"Abbiamo creato un'équipe di grande valore e un eccellente piano di crescita fondato su innovatività dei servizi e operazioni strategiche con i partner commerciali. Se da un lato l'accordo con Yahoo! avrebbe dato impulso a questa strategia, sono convinto che siamo in grado di continuare a muoverci verso i nostri obiettivi," ha continuato Ballmer.

"Stiamo effettuando ingenti investimenti in nuovi strumenti e contenuti Web, abbiamo migliorato in modo significativo le nostre funzioni di ricerca e il grado di soddisfazione dei nostri inserzionisti, e continuiamo a incrementare la scala della nostra presenza tramite una crescita organica e nuove partnership," ha affermato Kevin Johnson, presidente di Microsoft per piattaforme e servizi.

Segue il testo della lettera inviata dall'amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, all'amministratore delegato di Yahoo!, Jerry Yang.

3 maggio 2008

Sig. Jerry Yang Amministratore delegato e capo di Yahoo Yahoo! Inc. 701 First Avenue Sunnyvale, CA 94089, USA

Caro Jerry:

Dopo oltre tre mesi, abbiamo raggiunto la conclusione delle trattative riguardanti la possibile unione tra Microsoft e Yahoo!.

Per prima cosa voglio esprimere il mio personale ringraziamento a te, al tuo team dirigenziale, e al consiglio d'amministrazione di Yahoo! per avere preso in considerazione la nostra proposta. Apprezzo il tempo e l'attenzione che avete dedicato alla questione, e in modo particolare il tempo da te personalmente speso al riguardo. Penso che le nostre discussioni di questa settimana siano state di particolare aiuto, e mi hanno permesso per la prima volta di farmi un'idea chiara su cosa sia e non sia possibile fare.

Sono deluso del fatto che Yahoo! non abbia voluto accettare la nostra proposta. Ti ho chiamato per la prima volta il 31 gennaio per formularti tale proposta perché ritenevo che l'unione delle nostre due società avrebbe rappresentato un valore aggiunto per i rispettivi azionisti e avrebbe dato a consumatori, editori e inserzionisti una maggiore scelta e innovazione. La nostra decisione di offrire un premio del 62 per cento rifletteva la forza di queste convinzioni.

Nelle nostre conversazioni di questa settimana, ti ho espresso la mia disponibilità di alzare l'offerta a 33,00 dollari USA per azione, una disponibilità che rifletteva ancora una volta la nostra fiducia in questa reciproca opportunità. Questo aumento avrebbe rappresentato un valore aggiunto di altri 5 miliardi di dollari USA circa per i tuoi azionisti, in confronto al valore corrente della nostra offerta iniziale. Esso avrebbe rappresentato inoltre un premio di oltre il 70 per cento rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di Yahoo! il 31 gennaio. Tuttavia anche la nuova offerta si è dimostrata insufficiente, vista la richiesta finale da parte di Yahoo! di altri 5 miliardi di dollari USA o più, ovvero altri 4 dollari USA per azione in aggiunta ai 33,00 dollari USA dell'offerta.

Dopo aver riflettuto ulteriormente sulle nostre conversazioni di questa settimana, mi è parso chiaro inoltre che non sia ragionevole da parte nostra presentare l'offerta Microsoft direttamente ai vostri azionisti. Questa decisione avrebbe necessariamente comportato una prolungata disputa sui procuratori e col tempo un'offerta di scambio. Le nostre discussioni con voi ci hanno portato a concludere che nel frattempo avreste preso decisioni tali da rendere l'acquisizione di Yahoo! indesiderabile per Microsoft.

Siamo particolarmente turbati da quella che si direbbe essere la vostra intenzione di rispondere a una nostra offerta "ostile" perseguendo un accordo che comporti o finisca con il produrre un trasferimento a Google di importanti chiavi di ricerca a pagamento su Internet offerte attualmente da Yahoo!. Secondo il nostro punto di vista, un accordo con quello che è attualmente il leader nella ricerca renderebbe l'acquisizione di Yahoo! indesiderabile per una serie di ragioni:

-- Per prima cosa, minerebbe in maniera sostanziale la strategia e la ragion d'essere di Yahoo! incoraggiando gli inserzionisti a usare Google anziché Panama per le ricerche a pagamento. Ciò frammenterebbe inoltre le vostre strategie di pubblicità su ricerche tabellari e l'ecosistema che le circonda. Questo farebbe venir meno la possibilità di contare sul ricavato delle vostre pubblicità tabellari per il finanziamento dei programmi finalizzati alla crescita. -- Ciò inciderebbe a sua volta sulla capacità di Yahoo! di trattenere i talenti che lavorano sui sistemi pubblicitari e che sono un elemento importante del nostro interesse nell'unione delle due società. -- Questa mossa creerebbe inoltre una serie di problemi normativi e legali che nessun acquirente, compresa Microsoft, vorrebbe ereditare. Tra le altre cose, ciò consoliderebbe la quota di mercato di quello che è già il leader nelle ricerche a pagamento in un modo tale da ridurre la competizione e la scelta per il mercato. -- Questo consentirebbe inoltre a Google di fissare i prezzi per fondamentali chiavi di ricerca su entrambe le piattaforme e così facendo di alzare i prezzi per gli inserzionisti di Yahoo!. Oltre ai problemi di natura legale che ne deriverebbero, questa mossa sembra poco saggia dal punto di vista commerciale, a meno che non rappresenti semplicemente il mezzo di abbandonare il settore delle ricerche a pagamento in favore di Google. -- Questo precluderebbe infine qualsiasi possibilità di unione con altri fornitori di strumenti di ricerca che non si affidino già ai servizi di Google.

Il vostro piano di perseguire un accordo di questo tipo nell'eventualità di una disputa sulle deleghe o di un'offerta di scambio mi spinge a prendere la ferma decisione di abbandonare questo percorso. Ritiro perciò formalmente la proposta di acquisto di Yahoo! da parte di Microsoft.

Siamo ben decisi a continuare a innovare e a far crescere la nostra azienda grazie all'équipe di grande valore di cui disponiamo e perseguendo operazioni strategiche con altri partner commerciali.

Sono tuttora convinto che la nostra offerta resti l'unica alternativa sul tavolo che offra agli azionisti di Yahoo! un controvalore equo per le loro azioni. Rifiutando di raggiungere un accordo con noi, voi e i vostri azionisti avete volta le spalle a un'offerta di notevole valore.

Ma evidentemente questo accordo non si farà.

Grazie di nuovo per il tempo che hai voluto dedicare alle nostre discussioni.

Cordiali saluti, /s/ Steven A. Ballmer Steven A. Ballmer Amministratore delegato Microsoft Corporation

Informazioni su Microsoft

Fondata nel 1975, Microsoft (Nasdaq: MSFT) è leader mondiale nell'industria dei software, dei servizi e delle soluzioni che aiutano le persone e le imprese a realizzare appieno le proprie potenzialità.

Il presente comunicato stampa non rappresenta un'offerta alla vendita, o un invito per un'offerta per l'acquisto di titoli azionari, o una richiesta di un qualsivoglia voto o approvazione. Il presente materiale non sostituisce il prospetto informativo/la delega che Microsoft Corporation presenterebbe al SEC (Commissione di controllo sui titoli e la borsa) nel caso in cui Microsoft Corporation e Yahoo! Inc. arrivassero ad un accordo, o qualsiasi altro documento che Microsoft Corporation potrebbe presentare al SEC ed inviare agli azionisti di Yahoo! in relazione alla transazione proposta. SI PREGANO GLI INVESTITORI ED I POSSESSORI DI TITOLI AZIONARI DI YAHOO! INC. DI LEGGERE CON ATTENZIONE E IN OGNI SUA PARTE L'EVENTUALE DOCUMENTAZIONE CHE SARÀ PRESENTATA AL SEC, NON APPENA LA SUDDETTA DOCUMENTAZIONE SARÀ DISPONIBILE, POICHÈ CONTERRÀ INFORMAZIONI IMPORTANTI IN MERITO ALLA TRANSAZIONE PROPOSTA.

Gli investitori e i possessori di titoli potranno ricevere copie gratuite di qualsiasi documento presentato al SEC da parte di Microsoft Corporation tramite il sito Internet curato dal SEC all'indirizzo www.sec.gov. Le copie gratuite di qualsivoglia documento possono essere richieste presentando domanda al Dipartimento Rapporti con gli investitori, Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, Washington 98052-6399.

Microsoft Corporation, i membri del suo CdA, i funzionari esecutivi ed altre persone possono essere considerati quali partecipanti nella relazione inerente la transazione proposta. Le informazioni relative ai membri del CdA di Microsoft Corporation ed ai suoi funzionari esecutivi sono disponibili nel Rapporto Annuale presentato su Modulo 10-K per l'esercizio concluso il 30 giugno 2007, presentato al SEC il 3 agosto 2007, e le relazioni per l'assemblea annuale 2007 degli azionisti, presentati al SEC il 21 settembre 2007. Le altre informazioni relative ai partecipanti all'invito e la descrizione dei loro interessi diretti ed indiretti, in relazione al possesso di titoli o altro, si trovano nelle relazioni presentate in relazione alla transazione proposta.

Le dichiarazioni contenute nel presente comunicato stampa sono dichiarazioni previsionali basate su aspettative e ipotesi attuali soggette a rischi ed incertezze. I risultati effettivi potrebbero essere di fatto differenti per una serie di fattori, tra cui l'incapacità da parte di Microsoft Corporation di realizzare le sinergie e di creare il valore previsto nella transazione proposta, l'incapacità da parte di Microsoft Corporation d'integrare in modo rapido ed efficace le attività aziendali di Yahoo! Inc. e Microsoft Corporation, la tempistica per il completamento della transazione proposta e qualsiasi azione che si renda necessaria per ottenere le approvazioni previste dalle norme, e l'utilizzo di tempo da dedicare alla gestione per problematiche relative alla transazione. Per ulteriori informazioni in merito a rischi ed incertezze connessi alle attività aziendali di Microsoft Corporation, consultare le sezioni "Management's Discussion and Analysis of Financial Condition and Results of Operations" (Disamina della direzione e analisi delle condizioni finanziarie e risultati delle attività) e "Risk Factors" (Fattori di rischio) della documentazione presentata da Microsoft Corporation al SEC, compreso, ma senza che ciò sia un limite, il rapporto annuale presentato su Modulo 10-K ed i rapporti trimestrali su Modulo 10-Q, le copie possono essere richieste al reparto Rapporti con gli investitori di Microsoft Corporation telefonando al numero +1-800-285-7772 oppure sul sito Internet di Microsoft Corporation al seguente indirizzo http://www.microsoft.com/msft.

Tutte le informazioni contenute nel presente comunicato stampa sono valide alla data del 3 maggio 2008. Microsoft Corporation non si assume alcun obbligo in ordine all'aggiornamento delle dichiarazioni previsionali in modo che possano riflettere i risultati effettivi della società, o cambiamenti nelle aspettative della società.

Sito Web: http://www.microsoft.com

Microsoft Corp.

Squadra di risposta rapida, Waggener Edstrom Worldwide, +1-503-443-7070, [email protected]; Joele Frank, Wilkinson Brimmer Katcher, Joele Frank, Eric Brielmann, o Jamie Moser, +1-212-355-4449; Solo analisti finanziari e investitori: Colleen Healy, Direttore generale, Relazioni con gli investitori, +1-425-706-3703, tutti per Microsoft Corp. ; NOTA PER I REDATTORI: Per ulteriori informazioni su Microsoft potete visitare le nostre pagine Web presso http://www.microsoft.com/presspass o il nostro sito commerciale. Link, numeri di telefono e titoli sono da intendersi corretti al momento della pubblicazione, ma potrebbero essere cambiati da allora. Per ulteriore assistenza, giornalisti e analisti possono contattare il Rapid Response Team di Microsoft o gli altri referenti elencati presso http://www.microsoft.com/presspass/contactpr.mspx ; Foto: NewsCom: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20000822/MSFTLOGO ; Archivio AP: http://photoarchive.ap.org ; PRN Photo Desk, [email protected]

More Stories By PR Newswire

Copyright © 2007 PR Newswire. All rights reserved. Republication or redistribution of PRNewswire content is expressly prohibited without the prior written consent of PRNewswire. PRNewswire shall not be liable for any errors or delays in the content, or for any actions taken in reliance thereon.